mario occhiuto cosenza

Non si placa lo scontro politico nel Comune di Cosenza, dopo l’intervento della magistratura che ha notificato il sindaco Mario Occhiuto con un avviso di garanzia e da quel momento è stato tempestato di critiche, locali e nazionali, finendo nell’occhio del ciclone.

“Non è facile amministrare una città come quella di Cosenza, perché ci sono quelli che intendono la politica come se fosse lotta mafiosa e si lanciano in complotti per far fuori gli avversari”, queste le parole del sindaco di Cosenza, attualmente indagato dalla Procura della Repubblica.

Per ora non sono state annunciate dimissioni da parte del primo cittadino, che ha ribadito la sua innocenza di fronte alle accuse che gli sono state rivolte. “Provo dispiacere per i comportamenti scorretti dei miei avversari politici, continuerò a lavorare come ho fatto sempre per il bene della città”, ha concluso Mario Occhiuto.